home / archivio notizie / dettaglio notizia

Consiglio, approvati dieci ordini del giorno relativi al 'collegato'

Tre sono stati ritirati e i restanti 15 rinviati alla sessione pomeridiana di mercoledì 4 marzo. La mattina dello stesso giorno è prevista una seduta straordinaria sul ‘coronavirus’.
L'Aula consiliare.26/02/2020
Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini, ha approvato oggi dieci ordini del giorno relativi al ‘collegato’, la proposta di legge regionale n. 194 del 31 ottobre 2019 "Misure per lo sviluppo economico, l'attrattività degli investimenti e la semplificazione", approvata il 20 febbraio scorso. Dei 28 ordini presentati, altri tre oggi sono stati ritirati e i restanti 15 rinviati al pomeriggio di mercoledì 4 marzo. La Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari ha fissato per la mattina dello stesso giorno una seduta straordinaria dedicata all’emergenza causata dal ‘coronavirus’.

Dei dieci ordini del giorno approvati oggi, quattro sono stati presentati o comunque sottoscritti insieme da consiglieri sia di maggioranza che di opposizione. Si tratta di vari impegni richiesti al presidente e alla Giunta regionale su questioni affrontate durante l’esame del ‘collegato’, a partire da quella sul gioco d’azzardo patologico (Gap), oggetto di un ordine del giorno presentato da Marta Leonori e Rodolfo Lena del Pd e firmato da oltre 30 consiglieri di tutti i gruppi. Il documento chiede al presidente della Regione e agli assessori competenti di sostenere le amministrazioni comunali per l’adozione del piano integrato triennale socio-sanitario per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza da Gap. Un altro ordine del giorno, sottoscritto da una ventina di consiglieri di vari gruppi, impegna presidente e Giunta regionale ad aderire ufficialmente come Regione Lazio alla giornata mondiale sull’endometriosi e ad autorizzare l’illuminazione del palazzo istituzionale con luce gialla per la giornata del 28 marzo 2020.

‘Bipartisan’ sono anche altri due ordini del giorno approvati oggi: uno presentato da Alessandro Capriccioli (+Europa Radicali), Roberta Lombardi (M5s), Marta Bonafoni (Lista civica Zingaretti), Paolo Ciani (Centro solidale-DemoS), Daniele Ognibene (Leu) e Marco Vincenzi (Pd), che impegna il presidente della Giunta regionale a sostenere l’approvazione in Parlamento della proposta di legge di iniziativa popolare recante “Nuove norme per la promozione del regolare soggiorno e dell’inclusione sociale e lavorativa di cittadini stranieri non comunitari”; un altro, sottoscritto da Devid Porrello (M5s), Marietta Tidei (Gruppo misto) e Gino De Paolis (Lista civica Zingaretti), che impegna presidente e Giunta regionale al mantenimento in essere dei soggetti di diritto pubblico o comunque partecipati da enti locali che svolgano il servizio di fornitura idrica a cavallo tra due o più ambiti fino alla definitiva regolamentazione degli ambiti di bacino idrografico.

Sei invece gli ordini del giorno approvati oggi su proposta di singoli gruppi o di un solo consigliere. E’ passato quello dei consiglieri del Misto, Marietta Tidei ed Enrico Cavallari, che impegna presidente e Giunta regionale a potenziare la semplificazione dell’azione amministrativa, attraverso la riduzione della tempistica nella fase di esame e di approvazione delle varianti al Prg e l’attribuzione a Roma Capitale della funzione concernente l’approvazione di varianti urbanistiche.

Approvati anche quattro ordini del giorno presentati da consiglieri del Movimento 5 stelle, ben tre a firma di Marco Cacciatore: il primo impegna presidente e Giunta regionale a costituire un Coordinamento interistituzionale per la realizzazione di interventi finalizzati alla riduzione del rischio idrogeologico del territorio di Piana del Sole; il secondo chiede “collaborazione istituzionale presso i ministeri competenti per la predisposizione di una circolare interpretativa che delinei in modo preciso e oggettivo tutte le condotte non penalmente rilevanti nell’ambito della filiera della canapa sativa “light”; con il terzo, infine, si impegnano presidente e Giunta regionale a favorire progetti che convertano l’area dell’impianto Tmb Ama a Fidene-Salario in un polo con funzioni amministrative. Di Francesca De Vito il quarto ordine del giorno approvato su proposta del Movimento 5 stelle, con il quale si impegna la Giunta regionale a formare gli operatori sanitari sulla Lingua dei segni italiana o a fornire ai pronto soccorso tablet e “servizi di video interpretariato professionale on line” che consentano una comunicazione corretta tra personale medico e utenti.

Approvato, infine, anche un ordine del giorno presentato da Giuseppe Simeone (FI), con il quale si chiede al presidente della Regione di mettere in atto una campagna di informazione per portare a conoscenza degli enti e delle strutture competenti e degli utenti interessati, nel più breve tempo possibile, i contenuti della sentenza del Consiglio di Stato n. 8608/2019 che ha annullato una serie di atti amministrativi della Regione sull’obbligo di compartecipazione dell’utente o del comune alle prestazioni socio-sanitarie per la cura di patologie psichiatriche. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Ufficio Stampa


Condividi su