Legge in favore delle persone con Dsa, audizione in settima commissione

Ascoltate le rappresentanti di Sinpia, Aitne, Anupi
08/09/2020 - La settima commissione consiliare permanente, Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare si è riunita oggi in modalità telematica per un’audizione sul testo unificato delle proposte di legge 4 e 110  “Disposizioni in favore di persone con disturbi specifici di apprendimento”. Per la sezione regionale del Lazio della Società italiana di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza (Sinpia), sono state ascoltate Enza Ancona e Genoveffa Lattanzio, secondo le quali è necessario evitare la frammentazione dei disturbi dell’apprendimento in età evolutiva e la medicalizzazione di tali disturbi nelle scuole.

Secondo le rappresentanti della Sinpia, il bambino che soffre nell’apprendimento va supportato nella scuola, passando anche attraverso una formazione adeguata degli insegnanti. Sinpia da tempo chiede la costituzione di un tavolo tecnico a livello regionale con le varie figure professionali che si occupano dei disturbi dell’apprendimento in età evolutiva. Nel corso dell’audizione sono intervenute anche Pamela Bellanca e Antonella De Cunto dell’Associazione italiana terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (Aitne) con l’avvocato Andrea Balducelli, nonché Stefania Cortese dell’Associazione tecnico-scientifica terapisti della neuro e psicomotricità dell’ètà evolutiva (Anupi). Tali associazioni lamentano l’esclusione della figura professionale del terapista della psicomotricità dell’età evolutiva dalle equipe multiprofessionali per la diagnosi di Dsa previste dalle disposizioni vigenti richiamate nel testo unificato all’esame della settima commissione. Al termine dell’audizione, è stato ricordato che il testo in esame nasce da due testi distinti e che si terrà conto nella fase emendativa  delle osservazioni avanzate (emendamenti entro il 14 settembre).

La commissione si è poi riunita in seduta ordinaria, sempre in modalità telematica, per l’esame della proposta di legge n. 106, “Disposizioni per la promozione dell’assistenza infermieristica familiare”, stabilendo i termini per la presentazione delle proposte emendative: 12 ottobre per gli emendamenti, 19 ottobre per i subemendamenti.

  A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su