Via libera in commissione a Ventotene "luogo della memoria e di riferimento ideale" per i valori europei

Nella stessa seduta approvato anche il Programma di lavoro della Commissione europea per il 2020 ‘Un Unione più ambiziosa’.
22/07/2020 - La commissione Affari europei e internazionali, cooperazione tra i popoli, presieduta da Alessandro Capriccioli (+Europa Radicali), si è riunita oggi nella sala Latini del Consiglio regionale e ha approvato all’unanimità due provvedimenti: 1) la proposta di risoluzione, ai sensi dell’art. 4 della l. r .1/2015, “Programma di lavoro della Commissione europea per il 2020 ‘Un Unione più ambiziosa’ COM/2020/37”; 2) la proposta di legge n. 192 del 22 ottobre 2019, di iniziativa dello stesso Capriccioli, sul “Riconoscimento di Ventotene come luogo della memoria e di riferimento ideale per la salvaguardia dei valori comuni ispiratori del processo di integrazione europea”.

Con il primo provvedimento, sono individuate le iniziative di interesse prioritario della Regione in riferimento al programma di lavoro della Commissione europea per il 2020 e si impegnano Consiglio e Giunta a seguirne e monitorarne tutta la documentazione trasmessa dal Governo e l’elenco degli atti dell’Unione europea trasmessi “nell’Informazione qualificata” al fine di intervenire alla formulazione delle osservazioni per gli aspetti di competenza regionale. Nell’elenco delle iniziative di interesse prioritario (allegato A della risoluzione), molti sono i punti dedicati alla tutela dell’ambiente e alla sostenibilità, alla cooperazione internazionale, ai diritti civili e al sociale; altri indicano tra le priorità la decarbonizzazione dell’energia, la mobilità sostenibile e intelligente, la tutela della salute e l’istruzione. La risoluzione verrà trasmessa ai presidenti di Camera e Senato, alle due commissioni parlamentari competenti in materia di Affari europei, al presidente e alla Giunta regionale del Lazio, al Dipartimento per le Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri, alla presidenza della Commissione europea e, infine, alla Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome.

Per quanto riguarda il secondo provvedimento, la seconda commissione ha definitivamente approvato la proposta di legge n. 192 del 22 ottobre 2019, per il riconoscimento di Ventotene come luogo della memoria e di riferimento ideale per la salvaguardia dei valori comuni ispiratori del processo di integrazione europea. Oggi, prima del voto definitivo, la commissione ha approvato le disposizioni finanziarie così come arrivate dalla commissione Bilancio, che aveva esaminato il testo nella seduta del 14 luglio. In quella circostanza, era stato approvato l’emendamento che ha sostituito l’articolo 3, quello sulle disposizioni finanziarie, con il quale è stato istituito un “Fondo per gli interventi per la celebrazione della Giornata di Ventotene luogo della memoria e isola d’Europa”, dotato di 50 mila euro per l’anno in corso e di 150 mila euro per il 2021. Con questa proposta di legge, inoltre, viene anche prevista la celebrazione della “Giornata di Ventotene luogo della memoria e isola d’Europa”, nell’ambito della settimana della cultura europea della Regione.

In chiusura di seduta, Capriccioli ha auspicato di approvare la legge in Consiglio prima della pausa estiva e comunque in tempo per la sessione che l’Aula dedicherà alle tematiche europee, in cui verrà esaminata l’informativa della Giunta e il programma degli interventi. Hanno partecipato alla seduta, oltre al presidente Capriccioli, la consigliera Silvia Blasi (M5s) e i consiglieri del gruppo Misto Marietta Tidei ed Enrico Cavallari. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su