Defr 2019-2021, via libera dalla quarta commissione

La commissione Bilancio approva, con 34 emendamenti delle opposizioni, il nuovo Documento di economia e finanza regionale: ora è pronto per l’esame da parte dell’Aula.
28/11/2018 - La quarta commissione Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio, presieduta da Marco Vincenzi (Pd), ha dato parere favorevole, a maggioranza, al Documento di economia e finanza regionale 2019-2021 (Defr, Proposta di deliberazione consiliare n. 22 del 12 novembre 2018), propedeutico ai lavori per l’esame del prossimo bilancio di previsione. Il provvedimento dovrà ora approdare nell’aula consiliare, per l’approvazione definitiva. Il voto in commissione è arrivato dopo l’esame di numerosi emendamenti delle opposizioni: ne sono stati approvati 34, in gran parte riformulati dall’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore.

Il Defr della Regione Lazio analizza e sintetizza i risultati dell’attuazione delle politiche pubbliche regionali (in tema economico, sociale, territoriale e finanziario) del medio periodo, e descrive le azioni del prossimo triennio che si reggeranno sui tre pilastri strategici dell’attuale legislatura: coniugare la crescita economica sostenibile e la riduzione delle diseguaglianze, nel rispetto degli equilibri di finanza pubblica. Questi tre pilastri, insieme ai rispettivi obiettivi e strumenti, si inseriranno nella prosecuzione della Strategia Europa 2020, volta a favorire una crescita inclusiva e sostenibile.

Le politiche pubbliche di medio-lungo periodo saranno finanziate da quattro principali fonti: le risorse del bilancio libero; i trasferimenti correnti dello Stato per il sostegno delle politiche regionali in materia di sanità, trasporti, welfare e istruzione; il co-finanziamento Ue dei piani e programmi per la conclusione del ciclo 2014-2020 e per l’avvio del nuovo ciclo 2021- 2027; i co-finanziamenti statali per il sostegno alle politiche regionali in materia di reti infrastrutturali, ambiente, sviluppo economico, turismo, cultura. E sono stati proprio gli obiettivi della strategia regionale per il medio-lungo termine oggetto di otto emendamenti sottoscritti dai consiglieri di Forza Italia (Aurigemma, Cartaginese, Ciacciarelli, Simeone), i cui contenuti sono confluiti in un’unica riformulazione dell’assessore Sartore. Con questo emendamento al Defr tra l’altro s’intende porre l’accento sullo sviluppo delle branche manifatturiere dell’automotive e del suo indotto, delle branche manifatturiere e dei rami dei servizi, della nautica nella provincia di Latina, dell’agro-industria nel reatino, della manifattura diffusa del viterbese e del commercio nella provincia di Roma. L’accesso al credito di micro, piccole e medie imprese, oltre che della sopra ricordata riformulazione, è anche al centro di un altro emendamento approvato, a firma della consigliera Roberta Angelilli (Lazio 2018).

Della consigliera Valentina Corrado (M5s) è l’emendamento al Defr volto al superamento della Legge Fornero in materia di modalità per il pensionamento anticipato, mentre il reinserimento lavorativo e le agevolazioni a favore dei soggetti prossimi alla pensione, in un’ottica “di ponte generazionale”, sono oggetto di uno specifico emendamento a firma dei consiglieri di Forza Italia. Tra le altre proposte della consigliera Corrado approvate, un emendamento spinge per l’adeguamento e la messa in sicurezza della Pontina che da gennaio del prossimo anno passerà nelle mani dell’Anas. La valorizzazione del patrimonio artistico delle città di fondazione (Latina, Sabaudia, Pontinia, Aprilia) e dei borghi storici sono oggetto di due specifiche modifiche al Defr che hanno come primo firmatario il consigliere Giuseppe Simeone (FI).

La Regione Lazio dovrà porre attenzione ai progetti per sostenere e promuovere nuove discipline sportive emergenti, grazie a un emendamento dei consiglieri della Lega, Laura Corrotti, Angelo Tripodi e Daniele Giannini, autori anche di due modifiche al Defr volte a porre maggiore attenzione al rischio di erosione costiera e alle vertrine regionali dell’agroalimentare. E’ del consigliere Giancarlo Righini (FdI), autore di diversi emendamenti approvati, la modifica al Defr volta ad impegnare la Regione Lazio al recupero dell’ex ospedale Forlanini e quella volta a un adeguamento della stazione ferroviaria della Fiera di Roma. Un emendamento presentato da Devid Porrello (M5s) è volto all’individuazione di nuovi bacini di utenza per la società Cotral. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su