Via libera in IV commissione a legge su debiti fuori bilancio

Votate anche le disposizioni finanziarie della proposta di legge sulla promozione dei servizi di assistenza psico-oncologica. 
L'entrata del Consiglio regionale del Lazio. 14/06/2022 - La commissione Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio, oggi ha dato il via libera a due provvedimenti: la proposta di legge regionale n. 328 del 30 marzo 2022, sul riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio, di propria competenza; e le disposizioni finanziarie della proposta di legge regionale n. 191 del 17 ottobre 2019, concernente: “Promozione dei servizi di assistenza psico-oncologica”, esaminata ai sensi dell’articolo 59 del Regolamento dei lavori del Consiglio regionale (esame primario in commissione Sanità).

Con il primo provvedimento – che verrà trasmesso all’Aula per l’esame definitivo – viene riconosciuta la legittimità dei debiti fuori bilancio della Regione Lazio, derivanti da acquisizione di beni e servizi in assenza del preventivo impegno di spesa, per il valore complessivo di euro 1.503.862,94. Le posizioni debitorie sono state classificate in due casistiche, dalle quali emergono le motivazioni che ne hanno cagionato l’insorgenza “fuori bilancio”: 1) incarichi di domiciliazione e rappresentanza legale nonché di consulenza tecnica di parte; 2) spese relative alla gestione degli acquedotti ex Cassa per il Mezzogiorno, con particolare riferimento alla liquidazione delle spese afferenti agli impianti e il pagamento della fornitura dell’acqua potabile ai comuni ubicati nel comprensorio “Reatino/Cicolano”. Le posizioni debitorie riconosciute con la PL 328, infatti, sono relative alla fornitura di energia elettrica per il periodo gennaio 2017 – dicembre 2018 e alla fornitura dell’acqua potabile per le annualità 2018, 2019 e 2010, fatturate nel 2021 per effetto della sospensione dei termini di pagamento previsti dal legislatore in favore delle popolazioni coinvolte nel sisma del 2016.

Per quanto riguarda, invece, il secondo provvedimento, l’approvazione dell’emendamento proposto dalla Giunta regionale (sostitutivo dell’articolo 3), consente lo stanziamento di 60mila euro per il 2022 a sostegno della “Promozione dei servizi di assistenza psico-oncologica”. La proposta di legge n. 191 torna ora in commissione Sanità per l’approvazione delle disposizioni finanziarie, il voto finale e il conseguente passaggio all’esame dell’Aula. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su