home / trasparenza / accesso civico (art. 5)

Accesso civico (art. 5)

Il diritto di accesso civico è disciplinato dall’art 5 del d.lgs. n. 33/2013 e consiste nel diritto di chiunque di richiedere la pubblicazione di documenti, informazioni e dati oggetto di specifici obblighi di trasparenza ai sensi della normativa vigente, nei casi in cui l’Amministrazione ne abbia omesso, anche parzialmente, la pubblicazione sul proprio sito web istituzionale.

A CHI PRESENTARE RICHIESTA DI ACCESSO CIVICO
La richiesta va presentata al Responsabile della trasparenza del Consiglio regionale del Lazio:
Dott. Luigi Lupo
Tel. 06 65937959

COME PRESENTARE ISTANZA DI ACCESSO CIVICO
La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere presentata mediante posta elettronica al seguente indirizzo anticorruzione@cert.consreglazio.it utilizzando il seguente modulo:
Modulo richiesta accesso civico
Si ricorda di allegare all’istanza la fotocopia del documento di identità.

TERMINE ENTRO CUI L’AMMINISTRAZIONE DEVE PROVVEDERE
Entro trenta giorni dal ricevimento dell’istanza, l’Amministrazione procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l'Amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.

TUTELA

  • Nel caso di ritardo o mancata risposta, il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo,  che procede ai sensi dell’art. 2, comma 9-ter, della legge 241/1990 e successive modifiche. Ai sensi dell’art. 9-bis della legge 241/1990 il titolare del potere sostitutivo per il Consiglio regionale del Lazio è il Segretario vicario: Avv. Cinzia Felci.
    segreteriagenerale@cert.consreglazio.it
  • Per la  tutela  del diritto di accesso civico connessa all'inadempimento degli obblighi di trasparenza si può proporre ricorso al TAR ai sensi del d.lgs. 104/2010

Allegati

Pagina aggiornata il: 23/11/2016