home / archivio notizie / dettaglio notizia

Fca di Cassino, sì dall'Aula alla mozione per il sostegno del settore automotive

Seduta dedicata agli atti d'indirizzo: approvate 13 mozioni
L'abbazia di Montecassino.25/06/2020

Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini (Pd), ha approvato all’unanimità, una mozione, proposta dallo stesso Buschini e sottoscritta dalla maggior parte dei capigruppo e consiglieri regionali, per provvedimenti urgenti da mettere in atto a favore del settore automotive e, in particolare, per il sito Fca di Cassino e per il relativo indotto. Oltre alla proroga del divieto di licenziamento e degli ammortizzatori sociali per tutto il 2020, si impegnano il presidente Zingaretti e la Giunta regionale a porre in essere tutte le azioni necessarie “ad attivare con il ministero per lo Sviluppo economico gli strumenti in grado di offrire sull’area sud della provincia di Frosinone l’area di crisi complessa o strumenti similari e compatibili con la realtà industriale del territorio” e di istituire un tavolo coinvolgendo tutti gli operatori per un accordo di programma a favore del settore.

Inoltre, la mozione impegna la Giunta a “rifinanziare nel prossimo bilancio di previsione 2021 la legge n. 46 a sostegno degli investimenti infrastrutturali e dell’intero distretto dell’automotive”, nonché a “promuovere le azioni finalizzate all’inclusione nella smart specialisation strategy regionale per il periodo 2021-2027 di un’area automotive e mobilità sostenibile e intelligente, tesa a favorire il riposizionamento dell’indotto regionale, in vista dell’attesa fusione tra Fca e Gruppo Psa-Peugeot e a promuovere soluzioni innovative per la mobilità sicura e a minor impatto ambientale”.

Nel corso della seduta odierna il Consiglio ha approvato anche altre 12 mozioni. La mozione n. 210 del 12 novembre 2019, presentata dal consigliere Paolo Ciani (Centro solidale), impegna la Giunta a destinare parte del gettito proveniente dall’imposta regionale sulle emissioni acustiche (Ires) al finanziamento di un’indagine epidemiologica e di sistemi di sorveglianza in materia di inquinamento acustico e atmosferico e di avviare studi sugli effetti del rumore aeroportuale sulla salute degli adulti e dei bambini residenti nei pressi dell’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino.

La mozione n. 275/20020, d’iniziativa del consigliere Daniele Ognibene (Leu), impegna la Giunta a sostenere finanziariamente la legge 5/2017 in materia di servizio civile regionale, nonché di provvedere all’istituzione di un apposito progetto all’interno del servizio civile regionale denominato “Servizio civile per una cultura digitale”. La mozione 282/2020, presentata dai consiglieri del gruppo Fratelli d’Italia (primo firmatario Massimiliano Maselli), impegna il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, e l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, “a promuovere, in seno alla commissione nazionale per l’aggiornamento dei Lea e la promozione dell’appropriatezza del Servizio sanitario nazionale, un’azione comune con i rappresentanti delle altre regioni presenti in commissione per inserire il rimborso dei testi genomici”. Diciotto consiglieri di maggioranza hanno sottoscritto la mozione 290/2020, primo firmatario Emiliano Minnucci (Pd), volta a disporre che per i beneficiari delle esenzioni dal ticket la somma richiesta per il rilascio di cartelle cliniche o altra documentazione similare non possa superare i 15 euro in tutto il Lazio.

Via libera anche alla mozione 293/2020 della consigliera Marietta Tidei (Gruppo Misto), avente ad oggetto una campagna istituzionale, “per favorire e incrementare le coperture vaccinali tra le fasce più fragili al fine di evitare epidemie a seguito della pandemia Covid-19”, e alla mozione 297/2020, prima firmataria Silvia Blasi (M5s), per il riconoscimento e alla cura della fibromialgia, una sindrome caratterizzata da dolore muscolo-scheletrico cronico diffuso e un insieme di sintomi somatici che possono compromettere la qualità di vita di chi ne è affetto. La mozione n. 302/2020 del consigliere Stefano Parisi (Lazio 2018) impegna la Giunta “a desistere dal ricorrere al Consiglio di stato contro l’ordinanza del Tar Lazio” che aveva sospeso gli effetti degli atti adottati dalla Regione Lazio che limitano o impediscono ai laboratori privati ad effettuare tamponi, “invitandola, al contrario, a cogliere l’occasione per rivedere alcune decisioni, oggi forse inattuate, per migliorare le azioni di tracciamento del contagio; ad ampliare la rete Coronet Lazio a tutti quegli operatori in possesso di requisiti di affidabilità scientifica al fine di potenziare la propria capacità di raccolta dati; a favorire la sussidiarietà orizzontale nella sanità regionale, favorendo una competizione verso l’alto nella prestazione dei servizi”.

E’ del consigliere Giancarlo Righini (FdI) la mozione 240/2020 volta all’istituzione obbligatoria del professionista della sicurezza aziendale, il cosiddetto “security manager”, nelle strutture ospedaliere pubbliche e private. A favore della riqualificazione e il ripristino della funzionalità e operatività della palestra “Haka sport Italy” del quartiere Centocelle a Roma è la mozione 298/2020 che vede come prima firmataria la consigliera Valentina Corrado (M5s), mentre è della consigliera Michela Califano (Pd) la richiesta di apertura della necropoli di Porto all’Isola sacra e dell’area archeologica dei porti imperiali di Claudio e Traiano, nel comune di Fiumicino. Approvata anche la mozione 301/2020 del consigliere Enrico Cavallari (Misto), concernente l’accreditamento per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare integrata (Adi), e, prima della fine della seduta, la mozione 300/2020, a firma della consigliera Marta Bonafoni (Lista Zingaretti) e del consigliere Alessandro Capriccioli (Più Europa), avente ad oggetto “Solidarietà a Marco Omizzolo”. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Ufficio Stampa


Condividi su