home / archivio notizie / dettaglio notizia

Testo unico sul Commercio, approvati in Aula 90 articoli su 109

La seduta riprenderà domani alle ore 12. Consiglieri di centrodestra protestano per l’assenza del presidente Zingaretti.
09/10/2019
Il Consiglio regionale del Lazio ha iniziato oggi l’esame dei 109 articoli della proposta di legge regionale n. 37 del 20 giugno 2018 “Disciplina del commercio e della somministrazione di alimenti e bevande”, un vero e proprio Testo unico sul commercio, che riforma la legge regionale n. 33 del 1999 e razionalizza altre norme di settore emanate negli ultimi 20 anni. Oggi l’Aula ha approvato 90 articoli, il cui esame è iniziato subito dopo gli ultimi due interventi che hanno chiuso la discussione generale avviata nella seduta del due ottobre scorso con la relazione del vice presidente della Regione, Daniele Leodori. I restanti 18 articoli del provvedimento, con relativi emendamenti e subemendamenti, saranno esaminati nella seduta di domani, giovedì 10 ottobre, a partire dalle ore 12.

Prima dell’esame dell’articolato, Orlando Tripodi e Daniele Giannini della Lega hanno chiuso il dibattito generale, al quale non hanno voluto partecipare alcuni consiglieri, tra cui Antonello Aurigemma (gruppo Misto) e Laura Corrotti (Lega), per l’assenza in Aula del presidente della Regione, Nicola Zingaretti. Assenza ritenuta ingiustificata dai gruppi consiliari di centrodestra, che hanno chiesto invano la sospensione dei lavori in attesa di apprendere i motivi istituzionali dell’assenza del presidente, comunque computato ai fini del calcolo del numero legale. A tal proposito, il vice presidente del Consiglio, Devid Porrello, presidente pro tempore dell’Aula, ha letto le motivazioni inviate dall’Ufficio di gabinetto di Zingaretti addotte per giustificare l’assenza odierna. “Il presidente Zingaretti – ha letto Porrello – sta coordinando una riunione preparatoria all’incontro di questo pomeriggio presso il Ministero delle infrastrutture e i trasporti, che appunto vedrà impegnati il ministro De Micheli e una delegazione della Regione Lazio”.

I lavori sono quindi proseguiti con l’esame del testo, che ha prodotto l’approvazione di 90 articoli e 34 emendamenti, due dei quali (prima firmataria Roberta Lombardi) inseriscono tra le finalità della legge quella di favorire l’economia circolare (il commercio di prodotti frutto di attività di riciclo, riuso, recupero e rigenerazione) e quella di sostenere il commercio equo e solidale.

Di seguito, l’elenco dettagliato dei 90 articoli approvati e dei 19 accantonati.
Capo I (Disposizioni generali): approvati tutti gli articoli (1-14);
Capo II (Disciplina delle attività commerciali in sede fissa e forme speciali di vendita): approvati tutti gli articoli (dal 15 al 38);
Capo III (Disciplina delle attività commerciali su aree pubbliche): approvati 16 articoli su 19 (dal 39 al 57 esclusi il 45, il 46 e il 53);
Capo IV (Commercio all’ingrosso): approvati tutti gli articoli (dal 58 al 64);
Capo V (Disciplina del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica): approvati tutti gli articoli (dal 65 al 73);
Capo VI (Somministrazione di alimenti e bevande): approvati tutti gli articoli tranne uno (dal 74 all’85, escluso il 75);
Capo VII (Disciplina degli esercizi commerciali per la vendita di animali di affezione): approvati tutti gli articoli (dall’86 all’88);
Capo VIII (Programmazione regionale degli interventi di sviluppo e politiche attive di sostegno e valorizzazione del commercio): approvati 6 articoli su 9 (dal 90 al 92 e dal 94 al 96; accantonati gli articoli 89, 93 e 97).
Restano, inoltre, da esaminare i 12 articoli del Capo IX (Disposizioni transitorie e finali), dal 98 al 109.

In apertura di seduta, il Consiglio regionale, su proposta del vicepresidente Devid Porrello, ha osservato un minuto di silenzio in segno di cordoglio per la morte di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i due agenti della Polizia di Stato assassinati nella Questura di Trieste il 4 ottobre scorso. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Ufficio Stampa


Condividi su