Settimana della cultura europea della Regione Lazio, approvata in commissione la risoluzione

Si terrà dal 9 al 16 maggio, articolata in una serie di iniziative diffuse su tutto il territorio regionale. L'elenco è in fase di elaborazione da parte degli uffici.
16/04/2019 - Approvata oggi alla Pisana in una seduta congiunta della commissione II, Affari europei e internazionali, cooperazione tra i popoli, con la V, Cultura, spettacolo, sport e turismo, una proposta di risoluzione concernente l’avvio della prima "Settimana della cultura europea della Regione Lazio". Con tale atto, votato all’unanimità separatamente da entrambe le commissioni, così come modificato in base alle proposte scaturite dalla seduta, si invitano il Consiglio e la Giunta ad attuare tutte le misure utili a organizzare questa iniziativa, introdotta grazie a un emendamento approvato in Aula il 20 febbraio scorso, in occasione dell'approvazione della normativa di modifica alla cosiddetta “legge europea” della Regione Lazio, la legge regionale n. 1 del 2015. Inoltre l’atto approvato oggi comprende l'invito a creare un segno grafico distintivo dell'iniziativa e ad attuare tutte le misure di pubblicizzazione idonee alla promozione della stessa.

La Prima settimana della cultura europea, che avrà luogo nel periodo compreso tra il 9 e il 16 maggio prossimi, consisterà in una serie di eventi diffusi sul territorio laziale, di cui un primo elenco è già stato creato e posto in appendice alla risoluzione, grazie alle risposte ricevute dalle associazioni contattate. L'indirizzario è stato molto ampio e ha ricompreso in primo luogo tutti gli enti che si occupano di cultura a livello pubblico (poli museali, istituzioni culturali ecc.). Parte delle iniziative accolte erano già in progetto, altre sono state pensate ad hoc per l'occasione. Si tratta comunque, come è stato precisato, di un work in progress e quindi suscettibile di integrazioni e modifiche. Talune di esse sono già state proposte in seduta dai consiglieri, che hanno tenuto in particolare a ribadire il criterio guida dell’attinenza alla tematica europea delle iniziative da accogliere.

A seguire, la Commissione II ha tenuto una seduta ordinaria per esame della proposta di risoluzione, ai sensi dell’art. 4 della legge regionale n. 1/2015, come modificata dalla legge regionale n. 3/2019, concernente il Programma di lavoro della Commissione per il 2019, "Mantenere le promesse e prepararsi al futuro". L’approvazione dell’atto è stata però rinviata a una successiva seduta per consentire di apportare ad esso alcune modifiche proposte dai consiglieri di opposizione della commissione e anche di condividere tra maggioranza e opposizione quattro o cinque temi, tra quelli proposti, per indicarli come prioritari per la Regione Lazio.

A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio