home / comunicati / dettaglio

Protezione civile, ok a disciplina Consulta regionale organizzazioni di volontariato

Via libera alla Proposta di deliberazione consiliare che disciplina la Consulta regionale delle Organizzazioni di volontariato di Protezione Civile istituite dall’art. 11 della Legge regionale 26 febbraio 2014, n.2, “Sistema integrato regionale di protezione civile ed istituzione dell’Agenzia regionale di Protezione Civile”.

 

La commissione Affari costituzionali e statutari, presieduta da Fabio Bellini (Pd), ha approvato con la sola astensione del M5s, il testo adottato dalla Giunta regionale nel marzo 2016, accogliendo alcune proposte emendative dei gruppi PdL-Forza Italia (primo firmatario Giuseppe Simeone) e del Movimento 5 Stelle (primo firmatario Gianluca Perilli), ed è ora pronto per l’esame dell’Aula.

                                                                                                                                      

La Consulta è una forma di partecipazione consultiva, democratica, di confronto, di valutazione tra le organizzazioni di volontariato presenti sul territorio e le amministrazioni.

 

Sarà composta dai rappresentanti delle organizzazioni di volontariato iscritte nell’Elenco territoriale regionale per un massimo di cinque membri per provincia e per Roma Capitale, così come stabilito dalla legge regionale 2 del 2014, che svolgono la propria opera a titolo gratuito. Sarà il Presidente della Regione, con proprio decreto, a indire l’elezione dei componenti della Consulta. Sono elettori i rappresentanti legali delle organizzazioni di volontariato iscritte all’Elenco Territoriale.

 

Il nuovo organismo, che si avvarrà di personale regionale, verrà interpellato dalla struttura regionale di Protezione Civile in merito a numerose materie, fra le quali il piano annuale di informazione e formazione della stessa struttura regionale di Protezione Civile, l’informazione alla popolazione in materia di rischi del territorio e alla attuazione dei piani di protezione civile nonché dei Piani di evacuazione previsti per le varie ipotesi di scenari emergenziali, il miglioramento dell’efficienza organizzativa e razionale utilizzo di risorse umane o strumentali delle organizzazioni di volontariato, iniziative di promozione e sostegno del volontariato, esigenze formative e di aggiornamento dei volontari.

 

Soddisfazione è stata espressa dal direttore dell’Agenzia regionale di protezione civile del Lazio, Carmelo Tulumello, che ha ringraziato il presidente Bellini e la commissione tutta, “per aver dedicato l’ultimo mese e mezzo a questa proposta”. Un testo che, come ha ricordato Tulumello, “il mondo del volontariato attendeva e per il quale ha espresso grande attenzione”.

 

Quanto alla proposta di legge n. 68 del 2013 di iniziativa della Giunta che detta “Disposizioni per la semplificazione normativa e procedimentale e abrogazione espressa di leggi regionali”, è stato fissato il termine di giovedì alle ore 12 per gli emendamenti e venerdì alla stessa ora per i subemendamenti, mentre lunedì la commissione tornerà a riunirsi sul testo che vuole semplificare il complesso quadro normativo esistente a livello regionale stratificatosi nel corso dei decenni di attività normativa.

 

Hanno partecipato alla seduta, oltre al presidente Bellini, i consiglieri: Cristiana Avenali, Cristian Carrara, Simone Lupi, Gian Paolo Manzella, Teresa Petrangolini, Riccardo Valentini (tutti del Pd), Gianluca Perilli e Silvana Denicolò (M5s), Giuseppe Simeone (FI), Fabrizio Santori (FdI).

Roma, 03/04/2017


Ufficio stampa
indirizzo: Via della Pisana 1301 00163 - Roma
tel: 06.6593.2408
fax: 06.6500.1518
e-mail: areainformazione@regione.lazio.it

Ufficio Stampa


Condividi su