home / comunicati / dettaglio

Lazio. Collegato: approvati altri 43 ordini del giorno

Via libera dal Consiglio regionale del Lazio a nuovi atti d’indirizzo su varie materie

 

Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto dal vicepresidente Francesco Storace, ha approvato oggi altri 43 dei 410 ordini del giorno presentati in sede di discussione del cosiddetto collegato al Bilancio, approvato lo scorso 5 agosto, che dettano istruzioni alla Giunta nei campi più disparati della legislazione regionale. Con i 38 ordini del giorno approvati la scorsa settimana, passano così a 81 gli atti d’indirizzo alla Giunta approvati dall’Aula. Ha chiuso i lavori il presidente del Consiglio regionale, Daniele Leodori.

Tra gli ordini del giorno approvati oggi, 19 portano la firma di esponenti del gruppo consiliare Cuoritaliani. Una parte di questi sono accomunati dalla richiesta alla Giunta regionale di impegnarsi di più a favore dei comuni e dei borghi colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016, sia per “far ripartire le attività culturali” e sia per “garantire un contributo economico alle attività storiche commerciali”. Altri dispositivi invece contengono richieste alla Giunta regionale su diversi argomenti: si va da quella che impegna l’esecutivo a costituire un “Fondo per le periferie rurali” dotato di non meno di 200 mila euro, a quella che chiede di fornire alla commissione Bilancio del Consiglio regionale una relazione sulle attività di contenzioso legale della Regione sia in sede giudiziale che extragiudiziale, comprensiva delle percentuali di successo e sconfitta; in un altro si chiede di stanziare un contributo economico a favore delle società sportive dilettantistiche per l’acquisto di un defibrillatore. Infine, un ordine del giorno a firma del solo Luca Malcotti dello stesso gruppo consiliare chiede maggiore trasparenza sul bando “Torno subito” 2007, mentre un altro sottoscritto con Daniele Sabatini impegna presidente e Giunta regionale a individuare nuove risorse per finanziare le attività dei centri anziani sociali.

Quindici ordini del giorno approvati sono del gruppo Fratelli d’Italia. I consiglieri Giancarlo Righini e Fabrizio Santori hanno visto approvare due ordini del giorno che impegnano la Giunta a ripristinare il servizio di assistenza didattica domiciliare per studenti ciechi e ipovedenti e a sensibilizzare il ministero della Salute, affinché sia reso più agevole lo svolgimento degli esami diagnostici delle donne in stato di gravidanza. In materia di sicurezza, i due consiglieri di Fratelli d’Italia impegnano la Giunta: a lanciare una grande campagna tra i giovani per combattere la cosiddetta “cultura dello sballo” e ad attivare corsi di autodifesa per le donne in collaborazione con le forze dell’ordine; ad avviare un “percorso normativo teso  alla equiparazione tra i contratti della polizia locale e degli altri corpi statali”; a porre in essere  ogni opportuna iniziativa, al fine di garantire il rispetto della legalità nei campi nomadi. In materia d’infrastrutture e trasporti, gli ordini del giorno di Righini e Santori riguardano: l’auspicabile istituzione della fermata “Fiera di Roma” della linea Leonardo Express (che collega Roma Termini all’aeroporto di Fiumicino); misure tese per la riqualificazione delle sponde e degli approdi del Tevere; interventi per l’antico porto neroniano di Anzio; la riqualificazione del palazzo del turismo del Terminillo. E ancora, altri atti d’indirizzo dei Fratelli d’Italia si occupano di guardie zoofile volontarie, della disciplina per la gestione della specie del cinghiale, di politiche contro gli abbandoni degli animali e di tutela dei marchi regionali delle produzioni agricole del Lazio. La salute dei cittadini è al centro di due distinti ordini del giorno con i quali si esprime contrarietà all’apertura della centrale biogas di Velletri e di un impianto per il trattamento dei rifiuti all’interno della Valle Galeria, alla periferia di Roma.

Il futuro della Valle Galeria sta a cuore anche ai consiglieri del Movimento 5 stelle: con un ordine del giorno illustrato dal consigliere Devid Porrello, l’Aula impegna il presidente Nicola Zingaretti e la Giunta tutta a “esprimere presso tutte le sedi competenti la contrarietà all’apertura di nuove discariche o inceneritori” e a “effettuare la ricognizione di tutte le attività nell’area in oggetto che presentino un potenziale rischio per la salute”. Un adeguato stanziamento per il Registro tumori della popolazione del Lazio è l’oggetto di un altro documento dei pentastellati approvato oggi, prima firmataria Valentina Corrado.

Portano la firma di Riccardo Agostini (Insieme per il Lazio) due atti di indirizzo: uno per l’attivazione da parte del Recup delle agende di prenotazione per i ricoveri ospedalieri e per l’accesso alle prestazioni di diagnostica; l’altro volto a introdurre anche nel Lazio il “Patto annuale sugli investimenti per infrastrutture sociali nelle unioni di Comuni”.

Alcuni ordini del giorno, infine, impegnano la Giunta a: individuare apposite azioni di valorizzazione del complesso Santa Maria della Pietà di Roma, di Eugenio Patanè (Pd) e altri; porre in essere le opportune iniziative volte a preservare la linea ferroviaria di interesse storico della linea ferroviaria Roma-Civita Castellana – Viterbo e a istituire il Treno della Tuscia, a firma Enrico Panunzi e Mario Ciarla, entrambi del Pd; sviluppare le iniziative nel settore delle industrie creative e culturali, di  Gian Paolo Manzella (Pd).

Roma, 19/09/2017


Ufficio stampa
indirizzo: Via della Pisana 1301 00163 - Roma
tel: 06.6593.2408
fax: 06.6500.1518
e-mail: areainformazione@regione.lazio.it

Ufficio Stampa


Condividi su