Tutela del territorio, ok in commissione a criteri per finanziamento studi sismici dei comuni

La deliberazione intende promuovere l’approfondimento della zonazione, utile ai fini della pianificazione e della programmazione degli interventi di prevenzione del rischio sismico.
25/05/2020 - La commissione Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione, presieduta da Sergio Pirozzi (FdI), ha approvato all’unanimità lo schema di deliberazione n. 115 “Approvazione dei “Criteri e modalità per il finanziamento ai singoli comuni e per le indagini e rilievi da eseguire per la realizzazione dello studio di microzonazione sismica di livello 3”, previsto dalla legge regionale n.12 del 18 dicembre 2018 (“Disposizioni in materia di prevenzione e riduzione del rischio sismico. Ulteriori disposizioni per la semplificazione e l'accelerazione degli interventi di ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici del 2016 e successivi”).

Nessuna osservazione è pervenuta allo schema presentato in commissione la scorsa settimana che, dopo l’approvazione definitiva in Giunta, consentirà ai Comuni di partecipare al relativo bando.

Si tratta di una “misura che abbiamo voluto a tutti i costi inserire nella legge – ha ricordato Pirozzi - sono 18 i comuni che hanno già proceduto allo studio di livello 1 (consistente nella raccolta ed elaborazione di informazioni e dati preesistenti o risultanti da specifiche campagne di indagine al fine di suddividere il territorio in zone qualitativamente omogenee, ndr) e adesso possono accedere ai finanziamenti per la realizzazione dello studio MS3 (Microzonazione Sismica di livello 3), strumento indispensabile per fare varianti urbanistiche e conoscere le caratteristiche del territorio”.

La deliberazione infatti intende promuovere l’approfondimento della zonazione sismica attraverso lo strumento della microzonazione sismica di terzo livello (MS3), favorendo le amministrazioni che già si sono dotate dello studio di MS1. Lo studio MS3 permette una pianificazione urbanistica e realizzazione o ristrutturazione di opere edilizie con una maggiore consapevolezza e conoscenza degli effetti locali attesi di un eventuale sisma.

Alla seduta erano presenti i consiglieri Marco Cacciatore (M5s), Michele Civita, Michela De Biase, Enrico Forte e Salvatore La Penna (Pd), Laira Corrotti (Lega), e l’assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su