Legge sul commercio: via libera alle norme su antiquariato, autorizzazioni e sanzioni

Con un emendamento si vogliono valorizzare fiere e mercati a valenza storica
Un momento dei lavori dell'undicesima commissione. 04/07/2019 - La commissione Sviluppo economico e attività produttive, start-up e commercio, presieduta da Massimiliano Maselli (NcI), si è riunita oggi per l’esame di un’altra tranche degli 85 articoli della proposta di legge n. 37 del 20 giugno 2018, d’iniziativa della Giunta regionale, “Disciplina del commercio e della somministrazione di alimenti e bevande”.

Oggi sono stati approvati altri sei articoli del provvedimento, assieme a diversi emendamenti riformulati (e spesso accorpati) nel corso dei lavori di un’apposita sottocommissione ad hoc. Presente l'assessore allo Sviluppo economico, Gian Paolo Manzella, la commissione ha discusso e approvato i seguenti articoli, con emendamenti: articolo 50, “Autorizzazione all’esercizio del commercio su aree pubbliche in forma itinerante”; 51, “Mercatini dell’antiquariato e del collezionismo”, 54, “Subingresso nell’attività di commercio su aree pubbliche”; 55, “Decadenza dell’autorizzazione e revoca della concessione”; 56, “Vigilanza e sanzioni amministrative”. Via libera anche all’articolo aggiuntivo 51 bis (riformulato), presentato dalla consigliera Marietta Tidei (Pd), relativo al “Riconoscimento dei mercati e delle fiere di valenza storica o di particolare pregio su aree pubbliche e loro valorizzazione”.

Al termine dei lavori è stata fissata la data della prossima seduta: l’esame della proposta di legge 37 riprenderà giovedì 11 luglio alle ore 10.   A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su