Erosione, Alessandri: "Serve piano per la gestione integrata delle coste".

L'assessore ai Lavori pubblici e tutela del territorio all'audizione con i Comuni: "Nei prossimi giorni portemo in Giunta una delibera per avviare gli interventi".
Interventi contro l'erosione sulla costa laziale 11/02/2019 - Due audizioni per affrontare il tema dell’erosione costiera e della messa in sicurezza del litorale, con una particolare attenzione alle province di Latina e Viterbo. Un confronto serrato fra gli amministratori locali e la Regione, quello che si è svolto in commissione regionale Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione.

“Per la prima volta nella storia della Regione Lazio c’è una commissione che si occupa specificamente di questi problemi - ha spiegato il presidente Sergio Pirozzi – segno di una attenzione nuova per i temi della ricostruzione, per quanto riguarda le zone colpite dal territorio, ma più in generale della sicurezza del territorio e dell'erosione delle coste”.

Sono intervenuti gli amministratori di Formia, Gaeta, Latina, Sabaudia, Minturno, Ponza, Ventotene, Sperlonga, Montalto di Castro e Tarquinia, oltre agli esperti dell’Ispra e ad associazioni dei cittadini. Non si sono limitati a illustrare ognuno i tratti di costa con le situazioni più critiche: da più parti si è sottolineata la necessità di andare oltre gli interventi sporadici, con un’analisi complessiva del fenomeno, studiando attentamente anche gli interventi sui nuovi porti, interventi che in passato hanno causato gravi danni

Da parte sua l’assessore ai Lavori pubblici e alla tutela del territorio, Mauro Alessandri ha annunciato che nei prossimi giorni del tema si occuperà la giunta con una delibera specifica. “Entro la fine del 2019, avremo un vero e proprio piano per la gestione integrata della costa – ha spiegato – ma accanto alla programmazione ci sarà sempre la necessità di interventi specifici nelle situazioni di pericolo: questo è un tema dove non tutto può essere prevedibile e programmato. In tutti i luoghi dove sarà possibile esporteremo l’esperimento avviato nel sud del Lazio, finanziando i comuni nell’acquisto di draghe che permettano interventi continui”.  Anche i consiglieri Gaia Pernarella e Silvia Blasi (M5s), Giuseppe Simeone e Laura Cartaginese (FI), Laura Corrotti (Lega), nei loro interventi, hanno puntato sulla necessità di unire rapidità ed efficacia del ripascimento e programmazione a lungo termine, affiancando i Comuni più piccoli che sono in difficoltà per quanto riguarda la progettazione. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su