Prosegue in prima commissione l'esame del "Taglia leggi" del Lazio

Approvato il terzo articolo, resta l’ultimo con allegato l’elenco delle norme da abrogare.

21/04/2017 - La commissione Affari istituzionali, presieduta da Fabio Bellini, ha approvato oggi l’articolo tre della proposta di legge n. 68 “Disposizioni per la semplificazione normativa e procedimentale e abrogazione espressa di leggi regionali”, di iniziativa della Giunta regionale. Resta da esaminare l’ultimo articolo con allegato l’elenco di tutte le norme da abrogare.

L’articolo approvato oggi (con quattro emendamenti) riguarda la semplificazione procedimentale, con particolare riferimento ai principi cui devono attenersi i regolamenti che la Giunta regionale può emanare per semplificare i procedimenti amministrativi, autorizzati da apposite leggi regionali. Si tratta di una serie di principi già individuati dalla legge n. 59 del 1997 (cosiddetta Bassanini 2), in materia di conferimento di funzioni e compiti alle regioni e agli enti locali, di riforma della pubblica amministrazione e di semplificazione amministrativa.

Tra quelli elencati figurano: la semplificazione e la riduzione dei passaggi procedimentali; l’individuazione delle responsabilità e delle procedure di verifica e controllo; la riduzione dei termini per la conclusione dei procedimenti; la regolazione uniforme dei procedimenti dello stesso tipo che si svolgono presso diverse amministrazioni o uffici; la riduzione e l’accorpamento dei procedimenti afferenti alla medesima attività; la semplificazione e l’accelerazione delle procedure di spesa e contabili; l’aggiornamento delle procedure.

Il provvedimento in discussione si inserisce nel percorso già avviato da alcuni anni a livello europeo e nazionale che intende semplificare e migliorare la qualità della produzione normativa. In particolare, si fa riferimento all’articolo 14 della legge n. 246 del 2005, che ha introdotto a livello nazionale lo strumento del cosiddetto taglia leggi, per la riduzione del numero delle leggi presenti nell’ordinamento italiano.

Hanno partecipato alla seduta, oltre al presidente Bellini, l’assessore regionale ai rapporti con il Consiglio, Mauro Buschini, i consiglieri Cristiana Avenali, Teresa Petrangolini, Riccardo Valentini, Rodolfo Lena, Daniele Mitolo (tutti del Pd), Riccardo Agostini (Mdp), Gianluca Perilli e Valentina Corrado (M5s), Giuseppe Cangemi (Cuoritaliani), Fabrizio Santori (FdI) e Pietro Sbardella (Misto). A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio