Servizio civile regionale, primo sì a maggioranza alla Pisana

Riservato ai ragazzi tra 18 e 29 anni e si potrà svolgere anche all’estero. Per finanziarlo previsti circa 1,6 milioni di euro nel triennio 2017/2019. Via libera in commissione.

foto del servizio civile regionale 06/04/2017 - Via libera dalla commissione Politiche giovanili, presieduta da Cristian Carrara, all’istituzione del servizio civile regionale. La proposta di legge, di cui è prima firmataria la consigliera Cristiana Avenali (Pd), ha ricevuto oggi parere favorevole a maggioranza, con l’astensione dei consiglieri Olimpia Tarzia (Lista Storace), Pietro Sbardella (Misto), Gaia Pernarella (M5s) e Gianluca Perilli (M5s). Il testo – che passa ora all’esame dell’Aula - mira a favorire la formazione e l’acquisizione di competenze professionali dei giovani e a promuovere il senso di appartenenza alla comunità locale e la valorizzazione del patrimonio regionale e dell’economia solidale. Si prevedono risorse per 1 milione e 593 mila euro nel triennio 2017/2019.

Potranno svolgere il servizio civile regionale, secondo la proposta che è stata licenziata oggi dalla commissione, ragazzi di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Il limite di età sarà esteso a 35 anni per le persone con disabilità, mentre i giovani tra i 16 e i 18 anni potranno svolgere esperienze integrate nei percorsi di istruzione o formazione, con modalità specifiche definite in accordo con l’Ufficio scolastico regionale. La durata dei progetti potrà variare da nove a 12 mesi, con possibilità di svolgere anche servizio all’estero per un periodo di almeno sei mesi. Per promuovere la valorizzazione del periodo di servizio civile prestato, la Regione potrà stipulare – sempre secondo l’attuale formulazione del testo – accordi con università ed istituti di formazione e ricerca finalizzati al riconoscimento di crediti formativi e organizzare campagne informative all’interno di scuole, università ed enti del terzo settore.

La normativa, infine, intende istituire l’albo regionale degli enti e delle organizzazioni del servizio civile della Regione Lazio. Prevista anche una Consulta, quale organismo di confronto e raccordo.  

Hanno partecipato ai lavori anche i consiglieri Avenali, Daniela Bianchi (Mdp), Baldassare Favara (Pd), Rosa Giancola (Mdp), Eugenio Patanè (Pd), Piero Petrassi (Cd) e Giancarlo Righini (FdI). A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio